PRIMO PIANO

Rendite INAIL infortunio e malattia dal 1.7.2018

E' stata pubblicata ieri 25 ottobre la Circolare Inail n. 40  2018 che definisce le nuove prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattia professionale , a seguito della rivalutazione annuale 2018, per i settori:

  • industria, compreso il settore marittimo,
  • agricoltura,
  • medici esposti a radiazioni ionizzanti e
  • tecnici sanitari di radiologia autonomi.

La rivalutazione annuale , come di consueto  adeguata alla variazione dell'indice Istat nell'anno precedente, ha decorrenza  1° luglio 2018.

Per gli anni 2016 e 2017 non era intervenuta la variazione retributiva minima fissata dall'articolo 20, commi 3 e 4, della legge 28 febbraio 1986, n. 41, pertanto i decreti del  Ministero del lavoro avevano confermato, a decorrere dal 1° luglio 2016 e dal 1° luglio 2017, gli importi delle  prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattia professionale già in vigore.

Per il 2018 invece l'Istat ha registrato  una variazione del +1,1% quindi gli importi vengono rivalutati nella stessa misura .

Riportiamo le variazioni delle principali prestazioni:

Nel settore industriale, la retribuzione media giornaliera per la determinazione del  massimale e del minimale della retribuzione annua è fissata in euro 77,9719

  • Retribuzione annua minima euro 16.373,70
  • Retribuzione annua massima euro 30.408,30

Per il personale del settore marittimo operano gli stessi importi fissati per il settore  industria, a eccezione dei lavoratori di seguito indicati, per i quali, fermi restando i
suddetti importi della retribuzione media giornaliera (euro 77,97) e della retribuzione  annua minima (euro 16.373,70), la retribuzione annua massima è così fissata:
Comandanti e capi macchinisti                       euro 43.787,95
Primi ufficiali di coperta e di macchina          euro 37.098,13
Altri ufficiali                                                    euro 33.753,21

Nel settore agricolo la retribuzione convenzionale annua per la liquidazione delle rendite è fissata in euro 24.709,80

Nei settori industriale e agricolo l’importo dell’assegno una tantum , in caso di morte, per i  superstiti è fissato nella misura di euro 2.160,00.
Per i medici radiologi colpiti dall’azione dei raggi X e delle sostanze  radioattive l'importo dell'assegno una tantum per i superstiti è rapportato alla retribuzione di euro 60.717,90 secondo le seguenti percentuali:
 un terzo della retribuzione per sopravvivenza del coniuge con figli aventi i requisiti;
 un quarto nel caso di sopravvivenza del solo coniuge o dei soli figli aventi i requisiti;
 un sesto negli altri casi.

L'importo dell'assegno per assistenza personale continuativa è rivalutato nella stessa misura percentuale fissata per le rendite del settore industriale e agricolo e
ammonta a euro 539,0930

Gli importi degli assegni continuativi  per inabilità vengono rivalutati nella stessa misura  percentuale delle rendite, come di seguito indicato:

INABILITÀ (%)                     SETTORE INDUSTRIALE                       SETTORE AGRICOLO
Da 50 a 59                                        euro 302,49                                             euro 378,89
Da 60 a 79                                        euro 424,40                                             euro 528,72
Da 80 a 89                                        euro 787,97                                             euro 907,71
Da 90 a 100                                      euro 1.213,97                                         euro 1.286,67
100 + a.p.c.                                      euro 1.753,77                                          euro 1.825,75