PRIMO PIANO

L’obbligo del POS non elimina la possibilità di pagare in contanti fino a 999,99 euro

In base a quanto stabilito dall’articolo 49 del D.Lgs. n. 231/2007, è vietato il trasferimento a qualsiasi titolo di denaro contante o strumenti al portatore per importi pari o superiori a 1000 euro. Sono, quindi, consentiti liberamente movimenti in contanti fino a 999,99 euro. Ciò resta valido anche per i pagamenti presso gli esercizi commerciali e tutti i soggetti interessati dall’obbligo di dotarsi di un POS per i pagamenti superiori a 30 euro. Anche in questo caso, infatti, i pagamenti in contanti restano liberi fino alla soglia 999,99 euro, soltanto che, se l’acquirente manifesta la volontà di pagare con bancomat, l’esercizio commerciale deve garantirgli la possibilità di poterlo fare attraverso un POS.