Enpam contributi medici Quota B: rettifica del Modello D entro il 30.09.2018

I medici dipendenti che svolgono attività intramoenia e gli iscritti al Corso di formazione MMG, hanno tempo fino al 30 settembre 2018 per poter rettificare il Modello D, nel caso in cui non avessero specificato di svolgere attività intramoenia oppure di frequentare il corso di formazione in Medicina generale, al fine di rimanere nella quota B (contributi proporzionali) applicando l'aliquota ridotta del 2% (invece che dell'8,25%).

Infatti l’aliquota ridotta sui contributi dovuti nel 2018, per chi ne ha diritto, andava chiesta con il modello D entro il 31 luglio, e per avere diritto all’aliquota del 2% occorreva specificare di svolgere attività intramoenia oppure di frequentare il corso di formazione in Medicina generale, al momento della compilazione del Modello D alcuni iscritti che avevano diritto al 2% non hanno cliccato sulla casella relativa alla propria condizione (dipendente che svolge attività intramoenia oppure iscritto al corso di formazione per la medicina generale) e si sono visti attribuire l’8,25%.

Chi per sbaglio non ha fatto il clic per il 2% pur avendone diritto, può rettificare il Modello D presentando quindi una nuova dichiarazione nell’area riservata del sito Enpam, entro domenica 30 settembre 2018 (il termine era inizialmente previsto per il 25/09, ma su richiesta di alcuni presidenti di Ordine e di rappresentanti sindacali, è stato ulteriormente spostato alla fine di questa settimana), chi lo farà successivamente, potrà usufruire della contribuzione ridotta dal prossimo anno, mentre per quest’anno dovrà pagare l’aliquota attribuita in base alla dichiarazione fatta.

Contributi proporzionali “Quota B” – quanto devono pagare i medici

Gli iscritti agli Albi sono tenuti all’iscrizione ed al pagamento dei relativi contributi all’Ente nazionale di Previdenza ed Assistenza istituito o da istituirsi per ciascuna categoria, vediamo quali sono le aliquote per il calcolo dei contributi proporzionali (Quota B) dovuti nell’anno 2018 sui redditi prodotti nell’anno 2017 (Tabella A allegata al Regolamento del Fondo).

Si versa l’aliquota intera sul reddito fino a un tetto massimo (per il 2017 fino a 101.427,00 euro), sugli importi residui (oltre questo tetto) si versa l’1%.
Diversamente dal passato, alcune categorie di medici e odontoiatri sono soggetti alla metà dell’aliquota ordinaria (8,25%) invece che all’aliquota ridotta del 2%.
Al momento della compilazione è possibile anche scegliere l’aliquota con la quale versare i contributi (intera o ridotta).

Gli iscritti che in anni passati hanno scelto l’aliquota ridotta possono decidere di passare all’aliquota intera, compilando un modulo a parte; la scelta è irrevocabile.

CHI
QUANTO
aliquota sul reddito libero professionale (al netto delle spese sostenute per produrlo) fino a 101.427,00 euro;
sugli importi residui, oltre questo tetto, si versa l’1%
Liberi Professionisti (si intende chi esercita solo la libera professione)
16,50% – aliquota intera
Iscritti al Fondo della medicina accreditata e convenzionata Enpam (Medici dell'assistenza primaria, Specialisti ambulatoriali, Specialisti esterni)
16,50% – aliquota intera
8,25% – metà dell'aliquota intera
Tirocinanti del corso di formazione in Medicina generale
16,50% – aliquota intera
2% – aliquota ridotta
Ospedalieri che hanno svolto attività intramoenia
16,50% – aliquota intera
2% – aliquota ridotta
Iscritti Inps, come ad esempio ospedalieri che non hanno percepito redditi da attività intramoenia
16,50% – aliquota intera
8,25% – metà dell'aliquota intera
Pensionati del Fondo di previdenza generale
16,50% – aliquota intera
8,25% – metà dell'aliquota intera
Pensionati Inps, ex Inpdap, Fondo della medicina accreditata e convenzionata Enpam  (non pensionati del Fondo di previdenza generale)
16,50% – aliquota intera
8,25% – metà dell'aliquota intera


Modalità di versamento

L’importo del contributo è calcolato dall’E.N.P.A.M. sulla base dei dati indicati nel Modello D, che deve essere inviato alla Fondazione attraverso l’Area Riservata agli iscritti del sito www.enpam.it entro il 31 luglio 2018.

Il contributo deve essere versato mediante bollettino MAV precompilato, inviato dalla Banca Popolare di Sondrio, cassiere dell’Ente, a tutti gli iscritti tenuti al versamento e pagabile presso qualsiasi Istituto di Credito o Ufficio Postale, entro il 31 ottobre 2018.

È anche prevista la possibilità di effettuare il pagamento mediante addebito diretto su conto corrente. In tal caso l’iscritto può optare per una delle seguenti forme di versamento:

  • unica soluzione (31 ottobre 2018);
  • due rate (31 ottobre e 31 dicembre 2018);
  • cinque rate (31 ottobre, 31 dicembre 2018, 28 febbraio, 30 aprile e 30 giugno 2019).

Qualora la scadenza della rata dell’addebito diretto (SDD) del 31 dicembre coincidesse con un giorno festivo, gli importi verranno prelevati il giorno precedente per garantire la deducibilità fiscale delle somme corrisposte.

Le rate versate nell’anno successivo a quello in cui è dovuto il contributo sono maggiorate degli interessi legali.

L’opzione di addebito diretto si estende automaticamente anche al versamento del contributo di Quota A.