PRIMO PIANO

Bonus pubblicità 2018: dubbi sulla compilazione del quadro RU

Nonostante la pubblicazione dei modelli e del Provvedimento con le indicazioni su come richiedere il bonus pubblicità, sono molti i dubbi sollevati dagli operatori in questi giorni. Infatti, stando a quanto previsto nel DPCM del 16 maggio e pubblicato in Gazzetta, il credito d'imposta per investimenti pubblicitari incrementali, deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa ai periodi di imposta di maturazione del credito a seguito degli investimenti effettuati e nelle dichiarazioni dei redditi relative ai periodi di imposta successivi fino a quello nel corso del quale se ne conclude l'utilizzo.

In particolare, i soggetti con periodo d'imposta non coincidente con l'anno solare indicano il credito d'imposta nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d'imposta in corso al 31 dicembre dell'anno di maturazione del credito riferito agli investimenti effettuati nell'anno solare. Pertanto, per il periodo d’imposta 2017, il credito d’imposta va indicato nel quadro RU con il nuovo codice E4- Investimenti pubblicitari.

E fin qua, tutto bene. Se non chè, per l'anno di imposta 2017 è previsto che gli interessati presentino una domanda di adesione al credito con le spese sostenute nell'anno 2017 nel periodo compreso tra il 22 settembre 2018 ed il 22 ottobre 2018. La risposta dell'importo, tramite pubblicazione dell'elenco dei beneficiari del Dipartimento per l'informazione e l'editoria è prevista il 21 novembre 2018.

Tuttavia, sorge spontanea una domanda: che importo indicare nella dichiarazione dei redditi 2018 relativa al periodo d’imposta 2017? Infatti, il termine del 21 novembre previsto per la pubblicazione degli aventi diritto al credito, è successivo al termine di presentazione della dichiarazione dei redditi fissato al 31 ottobre.

Si resta pertanto in attesa di un chiarimento ufficiale in tal senso.