Come si divide l’eredità se non c’è testamento?

Le regole in caso di mancanza di testamento, per la suddivisione dell’eredità tra gli eredi legittimi, sono le seguenti:
  • Se il defunto ha dei discendenti essi concorrono solo con il coniuge, escludendo gli ascendenti.
  • Se invece non ci sono discendenti e c’è solo il coniuge, questi concorre assieme agli ascendenti.
Questa tabella vuole essere indicativa ma non esaustiva di tutte le ipotesi.
Occorre infatti tenere presente che se un chiamato per legge a succedere non può o non vuole accettare l’eredità possono verificarsi due ipotesi:
  • In suo luogo subentrano i suoi discendenti (c.d. rappresentazione);
  • Oppure se non opera nei suoi confronti la rappresentazione, la sua quota va a vantaggio degli altri chiamati dello stesso ordine.
 
Eredi legittimi
Quote del patrimonio spettanti
Solo il coniuge  
Tutto *
Il coniuge e un figlio
Meta’ a testa *
Il coniuge e due figli
1/3 al coniuge e 2/3 ai due figli *
Il coniuge e piu’ di due figli
1/3 al coniuge e 2/3 a tutti i figli *
Solo il coniuge, fratelli e sorelle
2/3 al coniuge e 1/3 ai fratelli e sorelle *
Solo il coniuge fratelli, sorelle e genitori
2/3 al coniuge, 1/3 altri (ai genitori almeno ¼) *
Solo un figlio 
Tutto
Solo piu’ figli
Tutto suddiviso in parti uguali
Solo un genitore
Tutto
Solo due genitori
Meta’ a testa
Solo genitori, fratelli e sorelle
Suddiviso in parti uguali (ai genitori almeno ½)
Solo fratelli e sorelle
Tutto, suddiviso in parti uguali 
Solo i nonni
A meta’ tra nonni paterni e materni
Solo bisnonni o altri ascendenti
Tutto a chi ha il grado di parentela piu’ vicino
Solo altri parenti
Entro il sesto grado al parente piu’ vicino che esclude gli altri
 

 

Lascia un commento