Quali dati devono essere annotati nella scheda carburante?

I dati che devono essere indicati nella scheda carburante sono i seguenti:
  • dati identificativi del contribuente:
    – la ditta, la denominazione sociale o ragione sociale ovvero il cognome e nome, il domicilio fiscale e il numero di partita Iva del soggetto che acquista il carburante;
    – l’ubicazione della stabile organizzazione in Italia, se il soggetto è domiciliato all’estero;
  • per i rifornimenti dei dipendenti che utilizzano la propria autovettura per conto del datore di lavoro, oltre ai dati del contribuente lasceda deve contenere i dati del dipendente.
    i dati possono essere indicati anche a mezzo timbro.
  • dati identificativi del veicolo:
    – gli estremi d’individuazione del veicolo, vale a dire la casa costruttrice, il modello e la targa, oppure, in alternativa, il numero di telaio o altri elementi identificativi attribuiti dalla casa produttrice;
    l’indicazione delle targa è imprescindibile perchè rappresenta il principale elemento di individuazione del veicolo.
Al momento del rifornimento il benzinaio dovrà indicare:
  • la data del rifornimento
  • spesa al lordo dell’Iva
  • Denominazione o ragione sociale ovvero cognome e nome dell’esercente e ubicazione dell’impianto (il tutto anche a mezzo timbro)
  • apporre la propria firma (elemento essenziale di convalida)
Sulla scheda deve essere inoltre annotato a cura del contribuente il numero dei chilometri alla fine del mese o del trimestre a seconda della periodicità con cui viene compilata la scheda carburante.